Ad Patriam vocati

 

Massimino (Massimiliano) Lézin, sacerdote diocesano, † 22 ottobre 2022

Silvio Martino Cesare Perrin, sacerdote diocesano, † 3 settembre 2022

Luigi Agostino Maquignaz, sacerdote diocesano, † 16 agosto 2022

Ferruccio Brunod, sacerdote diocesano, † 1° maggio 2022

Giorgio Maria Vigna, sacerdote francescano, † 12 aprile 2022

Quinto Giuseppe Vaquin, sacerdote diocesano, † 14 febbraio 2022

Dino (Edoardo) Cheille, diacono permanente, † 13 febbraio 2022


«La messe è molta, ma gli operai sono pochi.
Pregate dunque il padrone della messe
perché mandi operai per la sua messe»
. (Lc 10, 2)

 

Ci ha lasciati don Massimino Lézin

 

Don Massimino Lézin si è addormentato nella pace del Signore alle prime ore del 22 ottobre 2022, memoria liturgica di San Giovanni Paolo II, presso il Refuge Père Laurent di Aosta.

Massimiliano, da sempre chiamato Massimino, era nato il 18 marzo 1934 a Pontey, dove, sotto la guida del Parroco del Lorenzo Henriod, maturò la vocazione che lo condusse in Seminario. Venne ordinato sacerdote da Mons. Maturino Blanchet il 25 giugno 1961 e celebrò la prima Messa nel suo paese il 29 giugno seguente, portando un po' di consolazione alla comunità sconvolta dalla morte improvvisa, proprio la sera precedente, dell'amato parroco Henriod. Iniziò il ministero a Valtournenche come Vicario parrocchiale dal 1° luglio 1961 fino a quando venne nominato Parroco di Brusson il 1° maggio 1968. Nei 34 anni ci cura pastorale di questa comunità, don Massimino impegna le sue energie nell'edificazione spirituale dei bambini, con il catechismo, e degli adulti, con le missioni. Accoglie gli anziani soli e ammalati in casa parrocchiale, assicurando loro l'assistenza necessaria con il valido aiuto delle sorelle Carla e Joséphine Gaod. Riconoscendo il valore dei mezzi di comunicazione sociale, organizza la trasmissione via radio della S. Messa per raggiungere i parrocchiani impossibilitati ad andare in chiesa. Svolge alcuni interventi di restauro della chiesa parrocchiale, delle cappelle e fa costruire una nuova cappella per il crescente villaggio di Vollon. A causa di gravi motivi di salute il 27 gennaio 2002 lascia la Parrocchia e si trasferisce ad Aosta, dove gli viene affidato l'incarico meno gravoso di Cappellano della Casa di Riposo J.B. Festaz, servizio che lodevolmente esercita dal 1° febbraio 2002 fino al 31 dicembre 2014. Dall'8 febbraio 2015 risiedeva presso il Refuge Père Laurent di Aosta.

La Santa Messa esequiale, presieduta da Mons. Franco Lovignana, è stata celebrata nella chiesa parrocchiale di Pontey il 24 ottobre 2022 e la salma di don Massimino attende la risurrezione dei morti nella tomba di famiglia nel cimitero di Pontey.

 

Don Massimino Lézin in occasione del 25° anniversario da Parroco di Brusson
Don Massimino Lézin in occasione del 25° anniversario da Parroco di Brusson

Allegati

Ci ha lasciati il Can. Silvio Perrin

 

Nel primo pomeriggio del 3 settembre 2022, presso l'Ospedale Beauregard dove era ricoverato da alcuni giorni, il Padre ha chiamato a Sé il Can. Silvio Perrin, Parroco di La Salle fino a quindici giorni fa.

Silvio Martino Cesare (semplicemente don Silvio), nato a Torgnon il 7 luglio 1929, compie i suoi studi presso il Seminario di Aosta e viene ordinato sacerdote da Mons. Maturino Blanchet il 12 giugno 1953. Svolge il primo ministero a Châtillon come Vicario parrocchiale e Rettore di Promiod dal 1° luglio 1953 fino a quando viene nominato Parroco di La Salle il 22 novembre 1957. Il 9 gennaio 1961 diventa Canonico onorario del Capitolo della Cattedrale di Aosta. Entrato in parrocchia il 7 dicembre 1957, vi svolge il ministero di parroco ininterrottamente fino al 14 agosto 2022 quando per motivi di età e di salute passa la mano al suo successore. Sono sessantacinque anni di dedizione totale alla sua comunità, anni ricchi di zelo pastorale, di iniziative e di grande generosità: catechismi, predicazione, missioni, quarantore. Vale la pena ricordare l'annuale pellegrinaggio a piedi dalla chiesa parrocchiale di La Salle al santuario di Notre-Dame de la Guérison a Courmayeur, pellegrinaggio da lui istituito e realizzato la prima volta l'8 settembre 1958. Accanto agli impegni pastorali, il Parroco ha lavorato alacremente per restaurare la chiesa, tutte le cappelle e la casa parrocchiale. Ha realizzato l'oratorio interparrocchiale del Valdigne nell'antica sede dei Penitenti e poi, vero fiore all'occhiello della sua carità pastorale, ha creato, ingrandito e diretto per più di trent'anni Casa Famiglia, voluta per accogliere gli anziani che non potevano più restare in casa propria. Ha dato anche il suo contributo sociale al paese di La Salle, in particolare con la fondazione della sezione AVIS e la realizzazione dell'irrigazione dell'Adret.
Il Can. Silvio Perrin è stato a più riprese eletto nel Consiglio presbiterale e due volte anche nella Commissione presbiterale regionale. È stato anche membro del Collegio dei Consultori. Ha diretto l'Ufficio catechistico diocesano dal 1968 al 1995. Dal 1976 al 1994 è stato Coordinatore diocesano della pastorale.
Lo scorso mese di agosto ha rassegnato le dimissioni con grande sofferenza, ma ha affrontato il doloroso passaggio con spirito di fede e grande dignità.

La Santa Messa esequiale, presieduta da Mons. Franco Lovignana, Vescovo di Aosta, è stata celebrata nella chiesa parrocchiale di La Salle Lunedì 5 settembre 2022 alle ore 15.00.

La salma del caro Parroco defunto riposa, come da suo desiderio, nel cimitero di La Salle in attesa della risurrezione dei morti assieme ai suoi parrocchiani.

 

Don Silvio Perrin
Don Silvio Perrin

Allegati

Ci ha lasciati don Luigi Maquignaz

 

Nella serata del 16 agosto 2022, presso il Priorato di Saint-Pierre, il Padre ha chiamato a Sé don Luigi Maquignaz, sacerdote di grande dinamismo spirituale e pastorale che ha segnato la comunità ecclesiale valdostana e la vita di tante persone.

Don Luigi, nato a Valtournenche il 24 febbraio 1929, compie i suoi studi presso il Seminario di Aosta e poi presso l'Università di Friburgo. Viene ordinato sacerdote da Mons. Maturino Blanchet il 12 giugno 1953. Svolge il primo ministero a Courmayeur come Vicario parrocchiale per pochi mesi prima di assumere lo stesso ufficio presso la Parrocchia della Cattedrale dal 15 dicembre 1953 fino al 27 aprile 1960. Sono anni di grande ed entusiastico impegno che lo vedono attivissimo anche nell'Oratorio cittadino del San Luigi e nell'animazione spirituale dei giovani Alpini presenti nelle caserme cittadine.
Il 28 aprile 1960 diventa Parroco di Saint-Pierre e in questo periodo è Delegato per i Ritiri di Chabeuil e Consulente ecclesiastico del Comitato Civico. Il 1° agosto 1967 Mons. Blanchet lo nomina Rettore ed Economo del Seminario Maggiore, incarico che ricoprirà fino al 19 agosto 1970, quando Mons. Lari lo nomina Parroco di Aymavilles, dove avvierà la Casa Famiglia per l'accoglienza e l'assistenza degli anziani presso la ex casa parrocchiale di Saint-Léger. In questi anni incontra la figura di don Giussani e diviene promotore in Valle d'Aosta del Movimento di Comunione e Liberazione di cui resterà faro e punto di riferimento fino alla morte. È anche Assistente ecclesiastico dei Laureati cattolici, dell'AIMC, delle ACLI e insegnante di religione al Liceo Classico di Aosta. A più riprese don Maquignaz è membro del Consiglio Presbiterale e del Collegio dei Consultori e della Commissione diocesana de Promovondis ad Ordines.
Il 1° settembre 1980 diventa Parroco di Saint-Martin de Corléans, proprio nel momento in cui sta nascendo la nuova Chiesa e il nuovo complesso parrocchiale, opera che riceverà da lui intelligente e generoso impulso. Svolgerà questo ministero parrocchiale con grande zelo fino al 27 ottobre 2006. Nel 1994 il Vescovo gli affida anche il delicato compito di Economo diocesano, servizio che svolgerà per cinque anni. In questi anni avrà la gioia e l'onore di rappresentare la nostra Diocesi come accompagnatore di San Giovanni Paolo II durante le sue vacanze estive in Valle d'Aosta. Ha promosso molti progetti di recupero e di restauro di edifici ecclesiastici significativi, in particolare il Seminario Maggiore e la Villa del Seminario a Valtournenche. È stato anche anima e artefice della nascita e della costruzione dei Monasteri di Quart e di Saint-Oyen.
L'ultimo ministero ufficiale svolto da don Maquignaz è quello di Direttore ed Economo del Priorato di Saint-Pierre dal 28 ottobre 2006 al 1° settembre 2019. In realtà don Luigi ha continuato il ministero fecondo di accompagnatore spirituale e di confessore per tantissime persone, ministero che ha caratterizzato tutta la sua vita sacerdotale. Questa è stata la priorità anche quando era immerso in una attività pastorale frenetica.

La Santa Messa esequiale, presieduta da Mons. Franco Lovignana, Vescovo di Aosta, è stata celebrata nella chiesa parrocchiale di Valtournenche giovedì 18 agosto 2022. La salma del caro don Luigi riposa nel cimitero di Valtournenche.

 

Don Luigi Maquignaz
Don Luigi Maquignaz

Allegati

Ci ha lasciati don Ferruccio Brunod

 

Domenica 1° maggio 2022, presso l'Ospedale Beauregard dove era ricoverato da alcuni giorni, il Padre ha chiamato a Sé don Ferruccio Brunod, già Vicario generale del Vescovo di Aosta.

Don Ferruccio è nato a Nus il 21 dicembre 1937 e viene ordinato sacerdote da Mons. Maturino Blanchet il 28 giugno 1962. È Vicario parrocchiale a Courmayeur dal 1° settembre 1962 fino al 31 maggio 1965. Dal 1° giugno dello stesso anno è nominato Parroco di Saint-Oyen, ministero che svolge fino al 1° settembre 1970 quando diventa Direttore spirituale del Seminario Maggiore. Svolge questo ministero per un anno soltanto in quanto il 15 dicembre 1971 viene nominato Parroco di Santo Stefano in Città. Nel ministero di Parroco di Saint-Etienne, accompagnato da diversi confratelli e in particolare da don Luigi Ronco, don Ferruccio esprime tutta la sua vitalità intellettuale, il suo entusiasmo pastorale, la capacità di allacciare relazioni e di stimolare lo spirito di accoglienza e di solidarietà della carità cristiana. In quegli anni don Ferruccio è anche Assistente diocesano della Gioventù femminile di Azione Cattolica (1968-1970) e Vice Assistente diocesano del Settore Giovani di Azione Cattolica (1970-1971).
Dopo più di trent'anni, il 15 marzo 2003 viene trasferito alla Parrocchia di Aymavilles dove rimane Parroco fino al 31 dicembre 2016 quando per motivi di salute lascia il ministero attivo e si ritira presso il Priorato di Saint-Pierre. Contemporaneamente don Ferruccio è stato anche Parroco di Introd negli anni 2007-2009 e di Rhêmes-Notre-Dame dal 2009 al 2015. Ad Aymavilles, oltre ad una intensa attività pastorale, don Ferruccio lascia un monumento alla bellezza e alla sua generosità, avendo restaurato, con grande gusto e delicata attenzione, la casa parrocchiale e soprattutto la chiesa, restituita al suo splendore e perfettamente adeguata dal punto di vista liturgico secondo le disposizioni del Concilio Vaticano II.
Giunto al culmine della sua esperienza sacerdotale e nella piena maturità umana e pastorale, il 1° settembre 2012 il nuovo Vescovo, sulla scorta della consultazione svolta negli incontri personali con tutti i sacerdoti della diocesi, lo sceglie come Vicario generale, incarico che svolge con grande dedizione fino al 27 settembre 2016.

La Santa Messa esequiale, presieduta da Mons. Franco Lovignana, Vescovo di Aosta, è stata celebrata nella Cattedrale di Aosta martedì 3 maggio 2022 alle ore 15.00. La salma del caro don Ferruccio riposa nel cimiteri di Aymavilles, come da sua desiderio.

 

Don Ferruccio Brunod
Don Ferruccio Brunod

Allegati

Ci ha lasciati padre Giorgio Maria Vigna, O.F.M.

 

Nel primo pomeriggio di martedì 12 aprile 2022, a Gerusalemme, il Signore ha chiamato a Sé padre Giorgio Maria Vigna ofm, nato ad Aosta il 2 ottobre 1951.

Postulante nell'Ordine dei Frati Minori nel 1972, padre Giorgio Maria ha emesso la professione solenne il 16 ottobre 1977. È stato ordinato sacerdote il 25 febbraio 1979 nella cattedrale di Aosta da mons Ovidio Lari. Dal 2011 svolgeva il suo ministero in Terra Santa e dall'8 giugno 2017 era Direttore della Commissione per i diritti umani della Custodia di Terra Santa a Gerusalemme.

Il Vescovo e il presbiterio della diocesi di Aosta lo affideranno al Signore nella Messa Crismale che sarà celebrata in cattedrale Giovedì Santo 14 aprile alle ore 9.00.

 

Padre Giorgio Maria Vigna, ofm (foto Edizioni Terra Santa)
Padre Giorgio Maria Vigna, ofm (foto Edizioni Terra Santa)

Ci ha lasciati don Quinto Vacquin

 

Lunedì 14 febbraio 2022, presso il Priorato di Saint-Pierre, il Padre ha chiamato a Sé don Quinto Vacquin, già Parroco di Porossan e poi di Arvier e Introd e, infine di Arvier e Avise.

Don Quinto nasce a Brusson il 5 maggio 1938. È ordinato sacerdote da Mons. Maturino Blanchet il 23 giugno 1963 nella chiesa di Santa Croce ad Aosta, assieme ad altri cinque compagni di seminario. Trascorre i primi anni di ministero quale Vicario parrocchiale di La Thuile, Cogne e San Lorenzo in Aosta. A seguito dell'erezione della parrocchia intitolata alla Madonna delle Nevi in frazione Porossan ad Aosta, il 1° luglio 1967 viene nominato primo Parroco della medesima. Nella costituzione della nuova parrocchia, Don Quinto unisce alla cura pastorale l'opera materiale per l'ingrandimento della chiesa e la costruzione della casa parrocchiale. Il 1° settembre 1995 lascia Porossan, rimpianto dai parrocchiani, perché nominato Parroco di Arvier. Dal 15 settembre 1997 al 14 gennaio 2002 è Parroco anche di Introd e il 15 gennaio 2002 viene nominato Parroco di Avise. La sua umanità e il tratto delicato e rispettoso lo aiutano a costruire relazioni profonde con le comunità affidate alla sua cura. La concretezza e il senso pratico lo vedono impegnato nel restauro e nella valorizzazione delle chiese parrocchiali, delle canoniche e delle cappelle. Per ragioni di salute, il 30 settembre 2013 si dimette dall'ufficio di Parroco di Arvier e di Avise (conservandone la rappresentanza legale fino al 16 settembre 2019) e si ritira al Priorato di Saint-Pierre. Qui conserva le relazioni costruite nel corso del suo ministero sacerdotale, ricevendo la visita dei parrocchiani e dei famigliari, e, quando possibile, aiuta i confratelli nella sostituzione per le Sante Messe. In particolare assicura il servizio parrocchiale ad Aymavilles durante la malattia di don Ferruccio Brunod e a Saint-Nicolas dopo la morte di don Aldo Rastello fino alla nomina dei nuovi Parroci. In tutte le parrocchie che ha servito don Quinto ha sempre avuto una cura particolare per le cantorie e il canto liturgico. In questi ultimi mesi le condizioni di salute sono andate peggiorando. Lo hanno accompagnato e assistito sanitari e volontari, tra i quali diversi suoi ex parrocchiani, direttore e confratelli, suore e personale del Priorato.

La Santa Messa esequiale, presieduta da Mons. Franco Lovignana, Vescovo di Aosta, è stata celebrata nella chiesa parrocchiale di Saint-Pierre mercoledì 16 febbraio 2022 alle ore 10.30. La salma del caro don Quinto riposa nel cimitero di Brusson.

 

Don Quinto Vacquin
Don Quinto Vacquin

Allegati

Ci ha lasciati il diacono Edoardo (Dino) Cheille

 

Nella notte tra il 12 e il 13 febbraio 2022, presso l'Ospedale Mauriziano di Torino dove era ricoverato da alcuni giorni, il Signore ha chiamato a Sé il diacono permanente della Diocesi di Aosta Edoardo (Dino) Cheille.

Era nato a Châtillon il 28 gennaio 1945 e ordinato diacono permanente per la Diocesi di Aosta da Mons. Ovidio Lari il 27 ottobre 1991. Fino a quando la salute glielo ha permesso, ha esercitato il suo ministero presso la Parrocchia di San Pietro in Châtillon, occupandosi in modo particolare della Caritas parrocchiale.

La Santa Messa esequiale, presieduta da Mons. Vescovo, è stata celebrata nella Chiesa parrocchiale di Châtillon martedì 15 febbraio 2022 alle ore 14.30. La salma del caro Dino riposa nel cimitero di Châtillon.

 

Diacono Dino Cheille
Diacono Dino Cheille

Allegati