Ad patriam vocati

 

Nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 24 maggio 2019, presso l'Ospedale "Umberto Parini" di Aosta, è deceduto don Riccardo Giuseppe Quey.

Don Riccardo era nato ad Ayas il 14 giugno 1943. Dopo aver frequentato il Piccolo Seminario, nel settembre 1960 entrò in Seminario Maggiore e venne ordinato sacerdote il 23 giugno 1968 da Mons. Maturino Blanchet, iniziando il suo ministero proprio come Vicerettore del Seminario Maggiore. Parallelamente svolgeva il ministero di Docente di Religione presso l'Istituto Magistrale di Aosta e di Vicario parrocchiale nella Parrocchia di Sant'Anselmo in Aosta. Il 16 agosto 1977 Mons. Ovidio Lari lo nomina Parroco di San Giovanni Battista in Gressoney-Saint-Jean dove rimase per ventidue anni e dove è ricordato anche per aver svolto importanti lavori di restauro della chiesa parrocchiale e della canonica. Il 1° settembre 1999 Mons. Giuseppe Anfossi lo nomina Parroco di San Pietro in Vincoli in Donnas e Amministratore parrocchiale della Natività di Maria Vergine in Donnas (Vert), ufficio che svolse finché le gravi condizioni di salute l'hanno costretto a dimettersi l'11 novembre 2018. Al ministero di Parroco, don Riccardo affiancò numerosi incarichi a livello diocesano quali Membro del Collegio dei Consultori (per due mandati), Membro del Collegio dei Revisori dei Conti dell'I.d.S.C. (per tre mandati), Vicario della Zona n. 5 e membro del Consiglio Presbiterale.
Dopo le dimissioni da Donnas e Vert si ritirò presso il Refuge Père Laurent di Aosta. Nelle scorse settimane le sue condizioni di salute sono ulteriormente peggiorate obbligandolo al ricovero ospedaliero per trattamenti intensivi.

La camera ardente sarà composta nella cappella di Magnéaz, suo villaggio natale, a partire dal tardo pomeriggio di sabato 25 maggio 2019 dove sarà recitato il Santo Rosario alle ore 20.30.

La Santa Messa esequiale, presieduta da Mons. Franco Lovignana, si terrà nella chiesa Parrocchiale di Champoluc domenica 26 maggio 2019 alle ore 15.00. Quindi la salma di don Riccardo sarà inumata nel Cimitero di Champoluc.

 

 

«La messe è molta, ma gli operai sono pochi.
Pregate dunque il padrone della messe
perché mandi operai per la sua messe»
. (Lc 10, 2)

 

don Riccardo in una celebrazione all'Oratorio
don Riccardo in una celebrazione all'Oratorio "Giovanni Paolo II" di Donnas